studiare con Manuel Consigli





Le cose più importanti sulla vita le ho imparate studiando chitarra e

e le cose più importanti sulla chitarra le ho imparate vivendo

                                                                       Manuel Consigli



Lezioni individuali e di gruppo

Corsi di perfezionamento

Corsi long distance (via skype)

workshop



per info:



manuel@laviadellachitarrajazz.com 





6 principi della didattica di Manuel Consigli
  1.  Trasmettere con semplicità i concetti più complessi.
  2. La relazione con l’allievo è il fondamento dell’attività didattica.
  3. La motivazione dell’allievo è il “motore” della sua crescita artistica.
  4. Indipendentemente dal livello dell’allievo i fondamenti sono la cosa più importante: l’altezza della preparazione artistica dipende dalla profondità dei fondamenti su cui poggia.
  5. Non esiste un solo metodo per insegnare la chitarra jazz ma una pluralità di approcci didattici fra i quali scegliere in funzione del livello dell’allievo, dei suoi obiettivi e delle sue specifiche modalità di apprendimento.
  6. Il vero obiettivo della didattica trascende la necessaria costruzione delle singole competenze del musicista per focalizzarsi sulla loro funzionale interazione nel processo creativo.

Ciò che permette all’allievo di esprimere al massimo il suo potenziale artistico è la perfetta sinergia di tutte le attività coinvolte nell’esecuzione musicale.

Questa sinergia può essere immaginata come risonanza di uno “strumento superiore”, in esso la chitarra, il corpo del musicista, la tecnica, il ritmo… devono vibrare in perfetta armonia.



Insegnare a produrre questo tipo di armonia è l’obiettivo della mia didattica.



Manuel Consigli


Che cosa dicono i miei allievi?

"Incontrare Manuel Consigli è una opportunità che non capita spesso! Quando succede puoi dirti fortunato!
Un artista prima di tutto…..un grande artista! Difficile e restrittiva quindi ogni definizione che lo possa descrivere. Quello che ricevi è un universo costruito con tanta passione, sudore intelligenza ed energia.
Una mente raffinata, colta e sensibile che  trasmette  gioia di suonare e  concretezza di insegnamento.
Sotto la sua paziente guida si suona per davvero!!!!!!!! Grazie…..mille volte grazie!"                                                                                                                                                                                                Alberto Zanetti
(chitarrista, banjoista, compositore, falegname)

Le lezioni del maestro Manuel Consigli non sono lezioni didattiche o meglio non solo! L'apprendimento con Manuel si allarga ad una dimensione conoscitiva di sé stessi nell'approccio con lo strumento e con la musica stessa! La sua guida è delicata, profonda e flessibile nel rispetto dei gusti, dei desideri e del bisogno tecnico reale dell'allievo, che a volte non ne è consapevole. Non ultimo la nitidezza e la raffinatezza del suono della chitarra di Manuel e la sua immensa creatività artistica lo rendono un maestro di prima classe!

Silvia Martinoli
(Musicoterapeuta)



Penso che incontrarlo sia stata una delle esperienze migliori della mia vita. Manuel ha scoperto come far progredire di giorno in giorno la mia "musicalità", ha capito il mio modo di accostarmi con passione alla musica,

la mia ferma intenzione di stabilire un approccio pratico allo studio, e mi ha insegnato a guardare con occhi diversi tutto ciò che fino ad allora avevo amato musicalmente.

Insomma è stato l'incontro che ha permesso di liberare le mie doti migliori e farle navigare in un oceano infinito di suoni che tuttora non ho finito di conoscere. Sento che ho ancora tanto da imparare, e lui me lo ricorda sempre, ma il poco tempo che ho sempre avuto a disposizione, adesso ha un impiego diverso: ora ho addirittura un gruppo con il quale suono regolarmente esibendomi in pubblico.



Enzo Ascione

(Manager,Chitarrista, armonicista)



Ho avuto la fortuna di incontrare Manuel in un momento complicato della mia vita. E' stato prima un Maestro e poi un amico. Manuel é un musicista fantasioso e sensibile, con un senso straordinario del ritmo e la capacità di rendere semplici le cose difficili. Credo che studiare con lui sia l'ideale per chiunque voglia aprire una porta verso la scoperta di nuove possibilità tecniche. Parlo da chitarrista classico che é riuscito grazia alle lezione di Manuel a cambiare modo di suonare. La sensazione che ho a volte é che Manuel mi abbia insegnato la strada per nuovo utilizzo della tecnica; più fantasioso e divertente.

Infine penso a Manuel come a un grande: Maestro e amico.

Guido Carlo Parazzoli

(Imprenditore, regista)







Ho studiato un solo anno con il maestro Manuel Consigli quando avevo circa 10 anni, è stato il mio primo insegnante di chitarra "ufficiale".Mi ha fatto scoprire come poteva essere facile approcciare una musica cosi spesso ostica come il jazz.Ha fatto nascere in me una grande curiosità per il genere e per alcune possibilità dello strumento.In un anno ho imparato tantissimi accordi e alcune delle canzoni del repertorio jazz- bossa nova più belle e caratteristiche.Nonostante la mia "tenera" età Manuel è riuscito a mantenere in me una costanza nello studio e nella curiosità che ha permesso l'inizio di un percorso durato anni che mi ha portato ad esercitare la professione di musicista e insegnante.

Non sapevo leggere la musica ma Manuel è riuscito a darmi i primi rudimenti della lettura e molto invece me l ha saputo trasmettere suonando con me, giocando anche con i brani.Il suo metodo con un bambino come me si sviluppava dall'imitazione dell'insegnante sino alla composizione di melodie alternative (quasi dei primi assoli) su celebri standard.Direi niente di meglio per un ragazzino di 10 anni che del jazz conosceva nulla e che ha inziato il suo percorso divertendosi ma imparando molto in un solo anno.

Alessandro Usai 
(chitarrista jazz, Primo classificato al “Premio Massimo Urbani 2010”)



Ho cominciato a studiare con te da qualche mese, dopo un periodo piuttosto lungo di “inattività musicale” dovuta alla routine della vita, impegni di lavoro, familiari – insomma, tutto quello che di solito capita a noi dilettanti amatori non più giovanissimi.


Vorrei ringraziarti profondamente perché, già in questo breve periodo mi hai dato una straordinaria serie di spunti, idee, e indicazioni che non solo hanno migliorato la qualità della mia musica, ma soprattutto hanno riacceso una grande passione.

Ogni volta che prendo in mano la chitarra è una vera gioia – e anche se il risultato non è nient’altro che quello di un dilettante –,  le strade che mi aiuti ad esplorare sono affascinanti e mi ricordano che c’è ancora un intero mondo da scoprire.

Grazie Manuel – spero di poter continuare a imparare da te!
Federico provinciali
(Libero professionista)




Manuel Consigli è un professionista della chitarra e della musica, e le sue capacità didattiche mi aiutano a scoprire con semplicità, immediatezza e profondità i segreti dello strumento e la naturalezza della composizione musicale. Da una conoscenza della teoria musicale empirica e a volte confusa, dopo diversi anni e diversi metodi, con Manuel in poco tempo e in modo splendidamente diretto ho iniziato a imparare a dare il giusto spazio a ogni nota, lasciando fluire spontaneamente le mie parole messe in musica.

Marco Zappani
(Insegnante e interprete)

Dopo aver acquistato il metodo "Studi Didattici Per Chitarra Jazz"ho avuto il piacere di conoscere direttamente il curatore del metodo con il quale ho iniziato gli studi di chitarra jazz.Le lezioni di chitarra con Manuel Consigli sono davvero belle e interessanti, si nota la sua attenzione e la sua esperienza quando spiega il materiale didattico in modo esauriente in tutti i particolari non solo tecnici dello strumento. Consiglio a tutti di acquistare il metodo che trovo veramente interessante. Grazie Manuel!

Lello Califano

(batterista professionista, chitarrista, compositore, insegnante)











"...Altro bersaglio chitarristico centrato!!

Grazie di tutto, non e' un caso se da quando studio con te riesco finalmente a raggiungere obiettivi!!

Dovunque staro' e qualsiasi argomento studierò tu sei e sarai sempre il mio Maestro!"

Maurizio Iosa
(ingegnere, Parigi)







Sono di Torino e sono stato con diversi insegnanti ed ho frequentato anche un Conservatorio ad indirizzo Chitarra Jazz (del quale non cito la città altrimenti si capirebbe chi è il docente) con pessimi risultati e ricordi, ma ho avuto la fortuna di comprare il libro scritto da Manuel Consigli in collaborazione con Andrea Molena basato sugli studi di Daccò. Avevo appunto problemi con il mio insegnante di conservatorio e così l'ho contattato e da subito si è dimostrato sensibile, empatico e paziente.

Il fatto che abbia deciso di prendere lezioni da lui e raggiungerlo quasi ogni sabato per almeno un anno da Torino, penso che non abbia bisogno di ulteriori commenti.

La condivisione di un nuovo metodo di studio con le Sue modalità di trasmissione degli insegnamenti ha rafforzato il mio amore per la musica e per me stesso, rafforzando la mia autostima.

 Mi affido però ad una citazione che sento molto rappresentativa dell'esperienza avuta con lui:

La misura del talento non è ciò che vuoi ma ciò che puoi. L'ambizione indica solo il carattere dell'uomo, il sigillo del maestro è l'esecuzione.
Henri Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)
Anche se ora abbiamo diradato i nostri incontri, ma solo per mia pigrizia e, diciamo, un diverso indirizzo che ho dato allo studio, è stato ed è sempre disponibile a darti consigli sia tecnici sia umani. E' semplicemente una bellissima persona e il migliore maestro che ho avuto.
Antonio Sammarco
(chitarrista e insegnante)



Quando ho incontrato il maestro Manuel Consigli, tre anni fa, ero intimorito dal Jazz. Mi piaceva il Jazz, mi piaceva anche l'idea di suonare Jazz, ma lo consideravo un genere troppo difficile, impossibile per me anche solo pensare di fare un solo su uno standard. Con le lezioni di Manuel ho scoperto una chiave di lettura per avvicinarmi alla mia musica. Certo, sono ancora abbastanza sano di mente per avere la certezza che non diventerò mai Wes Montgomery o George Benson o Jim Hall. So di non avere il loro talento, e neanche abbastanza tempo per sopperire alle ingiustizie della natura con tonnellate di esercizi spaccadita e studio full immersion, però ora so che posso suonare anche io la musica che ho dentro, fare del Jazz che esprima le mie capacità e i miei sentimenti. E soprattutto so che il percorso per migliorarmi come musicista è comunque piacevole, anche se il traguardo è un miraggio. Per questo, anche se non ho mai studiato quanto avrei voluto, anche se non mi sento mai pronto abbastanza, aspetto sempre con molta ansia il giorno della lezione con Manuel, perché alla fine, mal che vada, avrò suonato un po' di più e avrò aggiunto un mattoncino al mio bagaglio di conoscenze musicali. E se va bene? Allora avrò suonato come mai prima di allora, e avrò sentito l'armonia tra note effettivamente suonate e quelle pensate. Grazie Maestro.
Massimo Murianni
(Giornalista)


Manuel Consigli sta avendo la grande capacita' di saper coniugare un
metodo di insegnamento completo e rigoroso (sia tecnico, sia teorico) con
la necessita' di applicarlo alle mie esigenze, capacita' e disponibilita'
di tempo, incoraggiando sempre ogni progresso. Cio' che piu' mi sta
aiutando e' l'approccio a 360 gradi alla musica e allo strumento, prendendo
in considerazione tutte le precondizioni necessarie per una buona riuscita
dello studio: stato d'animo, postura, necessita' di rimuovere tutti i
blocchi fisici e psicologici che impediscono la fluidita' dell'esecuzione.
A tutto questo si accompagna una amplissima conoscenza del repertorio
jazzistico.
Aurelio Colosimo
(Ingegnere)


Sono stato e sono tuttora allievo di Manuel Consigli, ai corsi di chitarra jazz della scuola "Musica Aperta" di Milano.  Ho avuto modo di apprezzare il modo in cui la sua passione per la musica viene comunicata  agli allievi : sicuramente la sua grande preparazione musicale applicata alla didattica è la struttura portante del suo insegnamento, e chi vuole approfondire i temi della struttura del linguaggio musicale può trovare  una rigoroso e ricco insegnamento.  Ho osservato però che per noi allievi "amatoriali" Manuel ha sviluppato una didattica più intuitiva che tiene conto  del complesso della "persona che fa musica" nella sua preparazione fisica attraverso metodi di rilassamento e di miglioramento della consapevolezza del corpo, attraverso la "fisicità" dello strumento e attraverso l'esecuzione guidata dall' "intenzione" mentale  di emettere il suono e dalla percezione immediata del suono emesso. Questo fa sì che anche gli allievi meno esperti possano trarre soddisfazione dallo studio della chitarra jazz.



Paolo Rietti

(Medico)

Studiare con Manuel mi ha dato consapevolezza delle mie capacità:
i suoi apprezzamenti alla mie performance li ho sempre recepiti come sinceri e
di stimolo per migliorare e continuare il mio percorso chitarristico.
Ha cercato sempre di far risaltare la mia personalità musicale.
                                                                                          Michele Minò




Sono stato allievo di Manuel frequentando il suo corso di chitarra jazz presso l’associazione Musica Aperta a Milano. Seguire le sue lezioni è qualcosa che mi sento di consigliare a tutti, sia a chi come me erano anni che voleva avvicinarsi allo studio della chitarra jazz e da autodidatta non era riuscito ancora a trovare l’approccio e lo stimolo giusto, sia a chi è già più avviato su questa strada e vuole approfondire e districarsi meglio in questo mondo affascinante e complesso.
Manuel è un maestro da cui c’è molto da imparare, sia da un punto di vista teorico che da un punto di vista tecnico. E’ anche e soprattutto un bravo maestro. E’ in grado di creare un clima favorevole all’apprendimento e all’espressione delle proprie capacità, focalizzando sulla persona. Imposta il percorso di didattico in un quadro più ampio e multidisciplinare fornendo nelle sue lezioni spunti e suggestioni che penso non avrei mai trovato in nessun altro corso di chitarra e che rendono le sue lezioni anche, un pò e senza presunzione, lezioni utili anche nella vita.

A
ntonio De Vito







"Come studente adulto posso dire che il metodo d’insegnamento di Manuel Consigli mi ha permesso e mi permette di sviluppare da una parte una discreta conoscenza della tecnica chitarristica (e questo nonostante il tempo che riesco a dedicare allo studio sia limitato) e dall'altra di approfondire anche elementi teorici musicali - armonizzazione e improvvisazione sopra tutti - che mi danno la possibilità di "divertirmi" nello studio della chitarra jazz partendo da una base nulla di conoscenza dello strumento."


                                                                                       Giacomo Selmi

(consulente su efficienza energetica e tecnologia).



"Erano mesi che non suonavo la chitarra quando nel settembre del 2007 ho deciso di iscrvermi ai corsi di "Musica Aperta" , senza particolari aspettative ne obiettivi.

Ho conosciuto Manuel Consigli mi ha bene impressionato la sua pacatezza e tranquillità nei rapporti con gli allievi.

Al procedere del corso ho potuto apprezzare le sue qualità come musicista ed insegnante di musica.

Io suono unicamente per diletto personale, posso dire che tutti gli argomenti trattati e gli spunti ricevuti mi hanno aiutato molto nel migliorare l'approccio allo strumento ed anche a porre più attenzione nell'ascolto dei brani musicali.


Antonio Castellani


Conosco Manuel da circa due anni; all' inizio abbiamo cominciato a lavorare sull' aspetto ritmico, con esercizi e brani da imparare.
Più avanti siamo passati al lavoro sull' improvvisazione melodica, che continueremo anche quest' anno.
Ho sentito già da subito una simpatia e una affinità con Manuel, elementi per me indispensabili per un percorso di apprendimento musicale.
Inoltre, l' approccio "filosofico/spirituale" alla conoscenza della musica e la postura del corpo quando si "abbraccia" la chitarra, sono stati temi per me
inusitati e interessanti.
Angelo Pastorelli
(Educatore)


Vuoi studiare con Manuel Consigli?

Improvvisazione
Armonia
Arrangiamento
Composizione
Musica d'insieme



per info:



manuel@laviadellachitarrajazz.com 

                   A proposito di... Manuel Consigli



1 commento:

Anonimo ha detto...

Oggi ho conosciuto Manuel; passava dal lago Maggiore ed è venuto a trovarmi. Gli ho presentato qualche chitarra che costruisco. Bel feeling e bella persona. A presto. Carlo HB-Guitars