domenica 5 febbraio 2012

Modulazioni un tono sotto


Ti piacerebbe imparare decine di brani, studiandone uno solo? Sarebbe bello, non credi?

Insomma, non è proprio così ma quasi! 

Analizzando e praticando alcune situazioni armoniche ricorrenti, (cadenze, modi di utilizzare un certo accordo, sostituzioni, modulazioni ecc.) puoi imparare intere sezioni comuni a molti brani!



Probabilmente saranno in tonalità diverse e con tempi diversi ma la sonorità rimane la stessa e, una volta assimilata, sarà più facile improvvisarci sopra.


La modulazione alla tonalità che si trova un tono sotto, detta Downstep Modulation, è presente in molti standard del repertorio jazz.

Spesso questa modulazione avviene attraverso l’utilizzo della cadenza II-V-I.

In questo caso, poi, la modulazione avviene utilizzando come elemento neutro la fondamentale dell’accordo maggiore del I grado.

Su questa fondamentale si costruisce poi un accordo minore settima, che diventa il II grado della nuova tonalità.

Es.

   Dm7 G7
 Cmaj7
       Cm7 F7
  Bbmaj7
     Bbm7 Eb7
Abmaj7
C:  II-7   V7                      I                   Bb:   II-7  V7                      I               Ab:    II-7   V7                    I


Questa modulazione coinvolge in genere due o tre centri tonali.

Poiché all’accordo maggiore si associa normalmente una sensazione di allegria e a quello minore di tristezza, l’effetto di questa ripetuta trasformazione dell’accordo maggiore in minore in qualche modo conferisce al brano una sorta di continuo “cambio di umore” che rende facilmente riconoscibile ad orecchio questa progressione di accordi.

Per esercitarti a improvvisare su questa modulazione puoi estendere la progressione per 6 centri tonali fino a ritornare alla tonalità di partenza:

Dm7 G7
Cmaj7
      Cm7 F7
Bbmaj7
     Bbm7 Eb7
Abmaj7

Abm7 Db7
Gbmaj7
      Gbm7 B7
Emaj7
     Em7 A7
Dmaj7


Basterà spostare l’intera sequenza di accordi un semitono sopra o sotto per esercitarsi sulle altre 6 tonalità.

Eccoti un video che fornisce un accompagnamento per esercitarti a improvvisare su questa successione.



Quando avrai imparato a suonare e improvvisare su questa successione di accordi saprai in un colpo solo intere sezioni dei brani elencati qui sotto.

In tutti questi brani è presente questa stessa successione di accordi!


Afternooin In Paris
Tune –Up
How High The Moon
Joy Spring
Watch Wat Happens
Recordame
Ornithology
Solar
Bluesette
Laura
One Note Samba
Cherokee
Star Eyes
The Maestro
April Mist
Joshua
Once I Loved

Ascolta le versioni di questi brani nei video qui sotto, riesci a riconoscere la nostra progressione?


























2 commenti:

gianni ha detto...

mi spiace dirlo ma la spiegazione del testo è poco chiara. si parla di elemento neutro e cioè? cosa significa questa frase? : "In questo caso, poi, la modulazione avviene utilizzando come elemento neutro la fondamentale dell’accordo maggiore del I grado.Su questa fondamentale si costruisce poi un accordo minore settima, che diventa il II grado della nuova tonalità". spiegato così è incomprensibile

Manuel Consigli ha detto...

Ciao Gianni, grazie per l'osservazione, a volte capita di dare per scontate nozioni che non lo sono!
In armonia vengono chiamati "neutri" quegli accordi che permettono di modulare da una tonalità all'altra poiché esistono, come gradi diversi, in entrambe le tonalità.

Per fare un esempio per modulare dalla tonalità di Do maggiore a quella di Sol Maggiore potrei utilizzare come accordo "neutro" l'accordo Cmaj7, che esite come I grado nella tonalità di Do ma anche come IV grado nella tonalità di Sol. Oppure l'accordo Am7 che è sia il VI grado in Do maggiore sia il II grado in Sol Maggiore.
Questi accordi avendo una doppia identità permettono di modulare in modo piacevole da una tonalità all'altra.
A volte capita che la modulazione utilizzi come elemento "neutro" comune alle due tonalità non l'intero accordo ma solo una sua parte. Un esempio di questa situazione è la modulazione fra la tonalità di Db e C- che avviene in "Blue Bossa". Qui abbiamo un accordo di Dbmaj7 che va verso l'accordo Dm7b5, in questo caso la modulazione utilizza come elemento neutro la triade di F- che è comune a questi due accordi.

Nel caso della modulazione spiegata in questo post, si utilizza come elemento neutro solo la Nota Fondamentale dei due accordi.

Grazie ancora Gianni, spero di essere stato chiaro!

Ciao

Manuel